ARTE. Collezioni Luoghi Attori

Il titolo della collana sottolinea l’intenzione di considerare l’Arte come un sistema dinamico caratterizzato storicamente dalla molteplicità dei suoi attori. Se la creazione costituisce il cuore dell’arte, fulcro e motore del processo di produzione e di fruizione delle opere sono spesso figure che assumono e svolgono altre funzioni.
Dai committenti ai collezionisti, dai conservatori dei musei ai destinatari di una più generica ma sempre più vasta educazione all'arte: lo sviluppo attuale della disciplina impedisce ormai di valutare semplicemente come secondario e accidentale il loro ruolo.
Secondo questo approccio l’opera d’arte è “opera aperta”: l’attenzione ad aspetti largamente interdisciplinari e alla sociologia dei fenomeni artistici intende infatti collegare il collezionismo e le sue pratiche, anche museologiche, a contesti e congiunture, a circuiti polivalenti e multiformi di cultura e di mercato.
L’interesse, anche metodologico, è rivolto a tutte le possibili forme di diffusione e mediazione; la volontà è quella di considerare l’ampliamento di orizzonti che caratterizza oggi il dibattito sull’Arte e anche di perseguire l’idea che i documenti d’archivio o gli allestimenti museali possano proporre una Storia non meno significativa di quella degli oggetti evidenziando preferenze culturali ed estetiche.

Direttore di collana
SANDRA COSTA, Alma Mater Studiorum – Università di Bologna

Comitato Scientifico
MARZIA FAIETTI, Gabinetto disegni e stampe degli Uffizi e Comité International d’Histoire de l’Art Italia

MICHAEL JAKOB, Scuola di Ingegneria Ginevra-Lullier e Politecnico di Losanna (EPFL)
PIETRO CESARE MARANI, Politecnico di Milano
ANGELO MAZZA, Collezioni d’Arte e di Storia della Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna
MARCO PIZZO, Museo Centrale del Risorgimento di Roma, Complesso monumentale del Vittoriano
DOMINIQUE POULOT, Université Paris 1 Panthéon-Sorbonne

La Fabbrica del Rinascimento
The Period Rooms