Dal magnifico concerto all’ordinato metodo

€25.00

Dal magnifico concerto all’ordinato metodo

Collezioni e Musei d’Ancien Régime

di Sandra Costa

--------------------------------------------------------

DETTAGLI 

Formato Dimensione Pagine Lingua Anno ISBN Protezione
LIBRO 17x24 256
Italiano
2019
978-88-6923-446-0
-
PDF 6,68MB 256
Italiano
2019
PDF-978-88-6923-446-0
Stampa non permessa, copia non permessa

--------------------------------------------------------

In un serrato confronto tra pratiche collezionistiche internazionali, sviluppo della storia dell’arte come disciplina scientifica ed evoluzione del display dalle gallerie private ai musei pubblici, l’Ancien Régime costruisce nel XVII e XVIII secolo una "officina del vedere” destinata a traghettare la prassi del “fare galleria” dal modello aristocratico del diletto e dell’armonia agli ideali democratici e alle esigenze didattiche proposti all’Europa intera dal Settecento illuminista.
Attraverso l’esperienza collettiva dello sguardo, che si viene attuando per la prima volta in forma istituzionale nelle esposizioni dell’Académie Royale al Louvre, i celebri Salon, si sperimenta un modo di vedere e di parlare d’arte che non si riferisce più soltanto alle singole opere, ma all'insieme narrativo degli allestimenti e dei confronti proposti tra gli stili. Mentre continua una sorta di teoria fiduciaria dello sguardo, che ancora affida alle relazioni del Grand Tour e ai cataloghi illustrati la selezione di ciò che si “deve” vedere nei diversi paesi europei, l’allestimento dei primi musei pubblici è oggetto di un vasto dibattito di metodo che tocca Parigi e l’Italia, ma anche i paesi germanici. Alla fine dell’Ancien Régime le soluzioni espositive dei primi musei possono essere già considerate l’espressione di sistemi culturali e nazionali in emulazione così come di modi diversi di concepire il valore e il ruolo dell’arte.

Sandra Costa è docente di Museologia e Collezionismo all’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna. Fino al 2014 ha insegnato e condotto i suoi studi in Francia (Université Paris 1, Université de Grenoble, CNRS). Habilitée à diriger des recherches, è membro titolare del Comité des Travaux Historiques et Scientifiques. Le sue pubblicazioni vertono principalmente sulle pratiche del collezionismo in Europa in epoca moderna e su metodi e aspetti comparati della storia del patrimonio artistico e dei musei.

Dominique Poulot, cui si deve la Prefazione al volume, è professore all’Université Paris 1 Panthéon-Sorbonne dove dirige il Master dedicato alla Storia del Patrimonio e dei Musei.

SPEDIZIONE GRATUITA: consegna standard Italia entro 4-5 giorni

Continue Shopping
Browse more Book or BUP Digital Edition products.