Facilitating nourished scholarship through cohort supervision in a professional doctorate programme, E.C.J. Carr – K.T. Galvin – L. Todres

€5.00

Da Encyclopaideia n° 27, 2010, Anno XIV.

Dettagli / Details

Formati disponibili
Dimensione file
Pagine
Lingua
Protezione

pdf

1572 Kb

26

Articolo in Inglese con Abstract in Italiano

Stampa e copia non permesse

Available Format
File Size
Pages
Language
Protection

pdf

1572 Kb

26

English Article with Italian Abstract

Print and Copy not permitted

Abstract

Eloise C.J. Carr*
School of Health and Social Care, Bournemouth University
Kathleen T. Galvin**
School of Health and Social Care, Bournemouth University
Les Todres***
Centre for Qualitative Research, Bournemouth University

Nel corso degli ultimi 20 anni c’è stata una espansione globale in materia di istruzione dottorale e in particolare di ‘dottorati professionali’. Difficoltà nell’avanzamento e nel completamento diventano sempre più il centro dell’attenzione per tutti i tipi di dottorato. È stato riconosciuto che una serie di fattori al di là di quelli prettamente demografici potrebbe influire sulla possibilità di completare gli studi. C’è ancora molto da imparare sul motivo per cui l’avanzamento e il completamento del dottorato sono così impegnativi. In questo articolo vorremmo mettere in evidenza un settore che sembra trascurato dalla ricerca: l’esperienza emotivamente complessa del percorso di dottorato.
Offriamo un contributo al dibattito su ciò che è necessario per facilitare il successo e intrinsecamente un soddisfacente avanzamento all’interno di un programma di dottorato professionale. Noi sosteniamo che una maggiore attenzione debba essere prestata al cammino esperienziale di studenti di dottorato dal momento che essi hanno il difficile compito di integrare la loro vita personale, professionale e accademica. Il nostro interesse per le risorse emotive di cui gli studenti possono avvalersi durante il loro percorso di dottorato è iniziato con la progettazione e lo sviluppo del nostro primo dottorato professionale in materia di sanità e cura. Attraverso la nostra iniziale esperienza con due gruppi di studenti, abbiamo riflettuto sullo sviluppo del dottorato professionale, in generale, e trasversalmente a diverse altre discipline, per comprendere meglio come facilitare una buona esperienza di dottorato e una conclusione nei tempi.
L’importanza di partecipare all’esperienza emotiva all’interno del complesso percorso di dottorato professionale ci ha portato al concetto di ‘nourished scholarship’ (apprendimento accademico nutrito). Si definisce la nozione di ‘nourished scholarship’ come un percorso di apprendimento che lega i valori personali, significativi e attuali, allo sviluppo e al contributo professionale. Tale nutrimento emotivo è caratterizzato da una soddisfacente esperienza di scambio tra il sé, l’apprendimento e la comunità di pratica/studio. La nostra opinione è che tale nutrimento emotivo sia una risorsa fondamentale da cui gli studenti attingono al momento di negoziare le sfide complesse del percorso professionale di dottorato. Al fine di illustrare il significato di ‘nourished scholarship’ descriviamo alcune delle sue dimensioni emotive chiave. Queste dimensioni possono essere agevolate in vari modi, ma qui ne segnaliamo uno in particolare: il sostegno reciproco e la supervisione di gruppo facilitata. Al fine di illustrare le dimensioni della ‘nourished scholarship’ quindi noi riflettiamo su un caso specifico, quello di una coorte di studenti di dottorato professionale. Sono state estratte alcune loro esperienze per illustrare sette dimensioni che sono importanti per contribuire all’esperienza di ‘nourished scholarship’ come una risorsa di sostegno:
- Sperimentare i benefici di appartenenza
- Aiutarsi vicendevolmente a contenere l’ansia
- Vivere la crescente fiducia
- Accettare comunanza e unicità
- Miglioramento personale, identità professionale e accademica attraverso la chiarificazione dei valori
- Sperimentare i benefici di relazionarsi ad una più ampia comunità scientifica
- Accettare i ritmi dei tempi in cui ricevere dei tempi attivi.

Inoltre, in questo articolo si riflette su come la particolare struttura del programma di dottorato è stata in grado di sostenere lo sviluppo di queste risorse. Ci sono state tre caratteristiche chiave che crediamo siano state fondamentali nel modo in cui il programma è stato progettato e realizzato:

a) ‘Cohortness’ (lo stare in coorte) in cui gli studenti si impegnano con il programma come un gruppo in viaggio.
b) Supervisione di coorte: anche se tutti studiavano diversi argomenti, si è formato un gruppo insieme a due facilitatori accademici per discutere il processo, l’esperienza del percorso e il loro apprendimento.
c) Una strategia di valutazione flessibile che permette agli studenti di progredire in modo personale e non lineare.

Il valore potenziale di questo articolo per i programmi educativi è che fornisce un quadro per focalizzare l’attenzione sull’importanza del percorso emotivo e sui modi per sostenere la motivazione degli studenti e la resilienza. Noi crediamo che questo quadro abbia un potenziale trasferibile ad altre situazioni in cui tali risorse emotive possono essere importanti.

Parole chiave: completamento – educazione – studenti di dottorato – supervisione – percorso emotivo

English Abstract

Eloise C.J. Carr*
School of Health and Social Care, Bournemouth University
Kathleen T. Galvin**
School of Health and Social Care, Bournemouth University
Les Todres***
Centre for Qualitative Research, Bournemouth University

During the past 20 years there has been a global expansion in doctoral education and in particular professional doctorates. Difficulties with progression and completion have increasingly become the focus of attention within both academic and professional contexts. It has been acknowledged that a range of factors, beyond demographics, could be influential in whether students are able to sustain their studies to completion. In this paper we stress the importance of conceptualising professional doctoral studies as a personal, professional and academic journey that is sustained by emotional factors that may need more explicit attention. As such, our contribution is the delineation of a phenomenon that we call ‘nourished scholarship’. We wish to illustrate how such ‘nourished scholarship’ functions as a resource for sustaining motivation and integration through the doctoral journey. We offer seven dimensions that a doctoral programme needs to embody in order to facilitate ‘nourished scholarship’: belonging, containing anxiety, growing confidence, commonality and uniqueness, values clarification, scholarly community, and negotiating the rhythms of receptive and active times. We illustrate these dimensions in the context of a professional doctorate programme that emphasises ‘cohort supervision’ as the primary resource for facilitating such nourished scholarship. We believe that this notion has transferable potential to other provisions where such emotional resources may be important.

Keywords: completions – education – doctoral students – supervision – emotional journey

Continue Shopping
Browse more Magazine or Bononia University Press products.