“Identità” e “arianesimo gotico”: genesi di un topos storiografico

€30.00

“Identità” e “arianesimo gotico” : genesi di un topos storiografico

di Viola Gheller

---------------------------------------------------------------

DETTAGLI 

Formato Dimensione Pagine Lingua Anno ISBN
LIBRO 17X24 304 Italiano 2017 978-88-6923-229-9

 ----------------------------------------------------------------

Il problema della conversione dei popoli barbarici al cristianesimo ricopre un’importanza fondamentale nel comprendere il passaggio tra Antichità e Medio Evo, tra la realtà dell’Impero Romano e quella dei cosiddetti “regni romano-barbarici”. Esso si intreccia con i più ampi fenomeni della cristianizzazione dell’Europa e dei rapporti tra i Romani e quei popoli esterni che la storiografi a moderna dipinge di volta in volta come migranti o invasori.
Prendendo in esame le vicende dei Goti e della loro adesione al cristianesimo subordinazionista (o “ariano”, secondo la definizione delle fonti), questo libro intende indagare la questione a partire da una prospettiva nuova: non solo e non tanto presentando una ricostruzione evenemenziale del fenomeno, ma proponendo un’analisi che prenda le mosse da una critica epistemologica al concetto di identità, poggiando su acquisizioni raggiunte in altri ambiti delle scienze umane e sociali. Quello che si ottiene è un quadro originale e complesso, che volontariamente mette in crisi la tradizionale interpretazione dell’“arianesimo gotico” come fenomeno identitario e le sostituisce un nuovo modello, fondato sull’acculturazione reciproca e la continua ibridazione dei popoli a confronto.

Viola Gheller dottoressa di ricerca in Studi Umanistici. Discipline Filosofiche, Storiche e dei Beni Culturali (Trento 2014), collabora attualmente con la cattedra di Storia Romana dell’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna. Ha pubblicato numerosi saggi e partecipato a convegni e incontri di studio nazionali e internazionali.

 

Sommario

Abbreviazioni 
Premessa
Introduzione

La “cassetta degli attrezzi” 
1. Modelli di etnogenesi 
2. Identità “deboli” 
3. La “finzione” dell’identità 
4. L’“arianesimo” dei Goti 
5. Identità etnica e appartenenza religiosa: conseguenze di un
automatismo storiografico 
6. L’“arianesimo” come simbolo identitario 


I. Gothi: la formazione del gruppo senza l’“identità gotica” 

1. Gothi: nome etnico e memoria culturale 
2. La formazione del gruppo: dall’attraversamento del Danubio
allo stanziamento nei Balcani 
3. Alarico e il suo seguito: “nation”, “army” o “gruppo di interesse”? 
4. I barbari in Gallia: la nascita di un’“identità gotica”? 


II. Dal III secolo a Ulfila: l’inizio della cristianizzazione in Gothia
tra “missionari involontari” ed evangelizzazione 

1. “Missionari involontari” e “democratizzazione della cultura” 
2. L’epoca costantiniana: il caso di Teofilo e le conseguenze del trattato
del 332 
3. Audio e Eutyche: l’inizio dell’evangelizzazione “volontaria” in Gothia 
4. Ulfila: il problema della “fede originaria” e della “doppia conversione” 
5. L’azione di Ulfila nelle fonti 
6. L’ordinazione episcopale e la persecuzione 

III. L’epoca di Valente: l’inizio della conversione di massa? 
1. La guerra gotica di Valente e il trattato del 369 
2 La persecuzione di Atanarico 
3. Appartenenza dottrinale dei cristiani tervingi 
4. La conversione di Fritigern e l’attraversamento del Danubio:
l’inizio della conversione di massa? 

IV. I barbari nell’impero: la conversione tra “modello identitario”
e “acculturazione” 

1. Dopo Adrianopoli: lo stanziamento del 382 e la politica barbarica
di Teodosio 1
2. Persistenze pagane tra i barbari in Thracia e Moesia II 
3. La politica religiosa di Teodosio nei confronti dei barbari e il
contesto dottrinale delle province balcaniche 
4. La conversione dei barbari di Thracia e Moesia II tra evangelizzazione
“volontaria” e “acculturazione” 
5. Tracce di barbari di fede nicena 

V. “Arianesimo” e “identità gotica” all’epoca di Alarico e Ataulfo 

1. La pars Orientis e la crisi di Gainas: i barbari da “pagani”
a “non-niceni” 
2. La pars Occidentis: Romani cristiani e barbari pagani 
3. Il cristianesimo di Alarico 
4. Il vescovo Sigesario e il battesimo di Attalo 
5. Dopo Alarico: l’“eclissi” dell’“arianesimo gotico” 

VI. Cristianizzazione di massa e rappresentazione del potere dopo lo
stanziamento in Gallia 

1. Goti e Romani in Aquitania durante i regni di Teoderico I e II 
2. L’affermazione del cristianesimo tra i Goti all’epoca di Teoderico I:
la Bibbia gotica, Salviano e la Praefatio al Codex Brixianus 
3. Teoderico II: prospettive religiose nella rappresentazione del potere
gotico 

VII. Eurico, Alarico II e i Franchi: la nascita dell’“arianesimo gotico” 

1. Eurico e la Chiesa nicena: una persecuzione silenziosa? 

2. Eurico e il dibattito dottrinale in Gallia: tra logiche identitarie
e universalismo religioso 
3. Vescovi esuli all’epoca di Alarico II: uno scontro religioso? 
4. Il Breuiarium Alarici e il concilio di Agde 
5. Religione e identità etnica nel regno di Alarico 

Conclusione 
Bibliografia 

Continue Shopping
Browse more Book or Bononia University Press products.