Il pubblico ministero tra obbligatorietà ed efficienza

€30.00

Il pubblico ministero tra obbligatorietà ed efficienza alla luce dei più recenti interventi del legislatore e del CSM

di Antonello Gustapane

--------------------------------------------------------

DETTAGLI 

Formato Dimensione Pagine Lingua Anno ISBN
LIBRO 17x24 276 Italiano 2018
978-88-6923-358-6

--------------------------------------------------------
La Costituzione italiana caratterizza il pubblico ministero come l’imparziale promotore dell’intervento decisorio del giudice qualora siano in gioco interessi dello Stato-comunità. Si tratta di un organo che, al pari del giudice, appartiene alla magistratura ordinaria, così da essere autonomo e indipendente da ogni altro potere, e che opera non a seguito di valutazioni di opportunità politica, ma in forza di una oggettiva e neutrale interpretazione della legge da applicare al caso controverso. Al magistrato preposto all’ufficio del pubblico ministero possono, pertanto, essere conferiti dal legislatore ordinario soltanto quei poteri di direzione, di indirizzo, di coordinamento e di controllo che sono imprescindibili per assicurare il buon andamento e l’efficienza delle attività giudiziarie svolte da parte di tutti i componenti dell’ufficio, nel rispetto delle norme sul giusto processo, per garantire l’esercizio obbligatorio dell’azione penale. E tali poteri devono essere esercitati dal Procuratore dirigente in modo da preservare il legame esclusivo che deve sempre intercorrere tra il magistrato addetto all’ufficio requirente e la legge sostanziale e/o processuale, della quale egli sollecita, in modo imparziale, l’applicazione da parte del giudice.
Anche i rapporti tra gli uffici del pubblico ministero istituiti presso gli organi giurisdizionali di grado diverso vanno ricostruiti in termini non gerarchici proprio al fine di preservare l’esclusiva sottoposizione alla legge nell’esercizio delle funzioni da parte di ciascun magistrato requirente. Sulla base dei principi desumibili dal titolo IV della Costituzione, in questo volume si effettua una ricostruzione dell’attuale assetto ordinamentale del pubblico ministero, soffermandosi sui più recenti interventi del legislatore ordinario e del CSM, aggiornati al 31 maggio 2018.

Antonello Gustapane, magistrato ordinario dal 1986, in servizio dal 1994 presso la Procura della Repubblica di Bologna, è professore a contratto presso l’Università di Bologna sia in Ordinamento giudiziario (presso la Scuola per le professioni legali e la Scuola di Giurisprudenza) sia in Diritto penale amministrativo (presso la SP.I.S.A.). È autore delle seguenti opere: La tutela globale dell’ambiente (1991); La valutazione di impatto ambientale, insieme a G. Sartor e C. Verardi (1992); L’autonomia e l’indipendenza della magistratura ordinaria nel sistema costituzionale italiano (1999); Il ruolo del pubblico ministero nella Costituzione italiana (2012); L’abuso d’ufficio. Tra principi costituzionali e indirizzi giurisprudenziali (2014).

Continue Shopping
Browse more Book or Bononia University Press products.