La natura dei bambini

€35.00

La natura dei bambini

Cura del corpo, malattie e medicina della prima infanzia fra Cinquecento e Settecento

di Claudia Pancino

---------------------------------------
DETTAGLI 

Formato Dimensione Pagine Lingua Anno ISBN
LIBRO 17X24 456 Italiano 2015
978-88-6923-084-4

 -----------------------------------------------

Nonostante i bambini fossero spesso ammalati, le loro patologie iniziarono molto tardi a interessare i medici. È soltanto dal primo Cinquecento che lentamente vengono alla luce quadri morbosi, classifi cazioni e pratiche terapeutiche, attraverso cui si viene introdotti nella quotidianità della malattia infantile. Nei secoli seguenti, i bambini divengono degni di cure e aumenta il numero dei medici che si apprestano a guarire i piccoli ammalati, fi nché, nell’Ottocento, i tempi della medicina saranno maturi per veder nascere la specialità pediatrica. L’esame delle fonti consente dunque di ricomporre la storia del pensiero medico precedente la nascita della pediatria scientifi ca e di indagare la costruzione dello sguardo medico sull’infanzia. Il capitolo introduttivo, attraverso una serie di “scene” fondate anche su fonti visuali, porta il lettore in una dimensione della vita dell’infanzia in secoli lontani nel tempo e dalla nostra sensibilità contemporanea. Il libro ricostruisce poi il quadro delle cure rivolte ai neonati fra Cinque e Settecento, dal bagnetto alle unzioni e alle manipolazioni sul corpo, da un’analisi complessa dell’uso di fasce e fasciature al dibattito dotto sul tema in periodo illuminista, fi no a uno sguardo ad altre pratiche con cui è stato accolto per secoli il «genere umano piccolo».

Claudia Pancino (Venezia, 13 agosto 1950) è studiosa di storia sociale in età moderna e di storia sanitaria. Ha scritto e curato pubblicazioni sulle rappresentazioni del corpo umano, sulle professioni sanitarie, sulla storia dell’anatomia, sui rapporti fra politica e salute. Si è inoltre occupata di storia delle donne e di “medicina per le donne”, di storia della nascita, di storia sociale della bellezza. Insegna Storia sociale e Storia del corpo all’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna.

 

Sommario

Premessa

I bambini sono caldi e umidi
1. Scene d’infanzia
1.1. Bambini, presenze effimere 
1.2. Il bambino atteso, bambino nascosto 
1.3. Appena nato: un problema di rappresentabilità 
1.4. Appena nato: tratti d’immagine
1.5. Luoghi d’infanzia 
1.6. Il bambino malato 
1.7. Amuleti e coralli 
1.8. Amor materno, amor paterno 
1.9. Ma quando si era bambini? 
1.10. Con le bolle di sapone, come bolle di sapone 

2. Bagni, fasce, pappe e culle 
2.1. Untuoso lordo e stanco. Come si presenta il bambino appena nato 
2.2. Il costume di lavare i nati figliuoli. Il bagno del neonato 
2.3. La storia del bagno al neonato secondo Francesco Fanzago 
2.4. Come Prometeo. Il modellamento del corpo del neonato 
2.5. Come piccoli alberi nei vivai. Bambini in fasce 
2.6. Il dibattito settecentesco sulle fasce dei bambini 
2.7. Crucciose fasce. Gli effetti dell’uso di fasciare i neonati 
2.8. Sui modi diversi di fasciare il neonato 
2.9. Un’ultima crociata contro le fasce (1876) 
2.10. Swaddling, Wrapping: un ripensamento (1965-2014) 
2.11. Culle 
2.12. Del cullare e Dello abuso della cuna 
2.13. Non solo culle: dove mettere i lattanti 
2.14. Nel letto
2.15. Avanti che gusti il latte. I primi alimenti non siano materni 
3. “De morbis puerorum”. Le malattie dei bambini
3.1. Bambini malati, medicina e medici 
3.2. Età e condizione del bambino “pediatrico” 
3.3. Scritti medici sulle malattie dei bambini 
3.4. Le fonti “pediatriche” fra Cinque e Seicento 
3.5. Le malattie dei bambini, il temperamento dei bambini 
3.6. Indici e contenuti di alcuni libri de morbis puerorum 
3.7. Indici: malattie e modelli 
3.8. 1513, il “giardino delle rose” di Eucharius Rösslin: mollezza e tatto 
3.9. 1577, Angela filia mihi carissima: affetti e metodo in Ognibene Ferrari 
3.10. 1583, Girolamo Mercuriale e la ripetitività accademica 
3.11. 1596, Scipione Mercurio e la medicina umorale per l’infanzia 
4. “Occhi di gambero e polvere di serpente”. Malattie e cure 
4.1. Le malattie dei bambini 
4.2. Pianto 
4.3. Vermi 
4.4. Magrezza e macilenza 
4.5. Malattie della pelle 
4.6. Uno sguardo alle terapie per le malattie della pelle 
4.7. Malattie digestive 
4.8. Malattie respiratorie 
4.9. Febbri 225
4.10. Malattie citate dai più antichi autori 
4.11. Errori e magie 
4.12. Anatomia infantile: a partire da un caso 

5. “A passi lenti e con ripugnanza”. Medici e bambini 
5.1. Medici e bambini di corte 
5.2. Medici e bambini (gli altri) 
5.3. Émile, Héloïse e le altre cinque creature di Jean Jacques Rousseau 
5.4. Vicende biografiche, professionali, editoriali d’età moderna 
5.5. Scelte linguistiche e destini editoriali 
5.6. 1760-1780: la medicina sociale per l’infanzia di Tissot,
Ballexserd, Frank 
5.7. Luoghi sociali e difesa della salute infantile 
5.8. 1876: Occhio ai bambini! 

6. Bambini come pazienti. Verso la pediatria 
6.1. Verso la pediatria 
6.2. Le storie della pediatria, gli storici della pediatria 
6.3. Pediatro/pediatra: medico dei piedi o dei bambini? 
6.4. Pediatria nei dizionari medico-scientifici 
6.5. Ipotesi sulla comparsa del termine pediatria

7. “Troppo piccolo, troppo poco”. Il bambino e la morte 
7.1. Il bambino e la morte in età moderna 
7.2. Su le numerose morti dei bambini di Gian Verardo Zeviani (1775) 
7.3. Considerazioni sullo stato dei bambini morti senza battesimo di
Monaldo Leopardi (1839) 
7.4. Appendice del capitolo 7. Il battesimo cattolico dei bambini 
Conclusioni 

L’infanzia perduta
Appendici
Documenti 
Biografie degli autori principali citati 
Fonti principali della ricerca 
Glossario 
Indice dei nomi 

 

 

 

Continue Shopping
Browse more Book or Bononia University Press products.