Le Aziende pubbliche di Servizi alla Persona

€0.00 - €25.00

Le Aziende pubbliche di Servizi alla Persona

Profili giuridici, organizzativi, gestionali e prospettive future. Il caso della regione Emilia-Romagna

di Alceste Santuari, Raffaele Tomba
----------------------------------------------------------------

DETTAGLI 

Formato Dimensione Pagine Lingua Anno ISBN Protezione
PDF 280-900 Kb 15-154 Italiano 2015 - Stampa permessa, copia non permessa
LIBRO 17x24 160 Italiano 2015 978-88-6923-099-8 -

----------------------------------------------------------------
SOMMARIO

  • Presentazione, Paolo Pirazzini, Denise Ricciardi
    Introduzione 
  • CAPITOLO 1: Dalle Opere Pie del 1862 alla depubblicizzazione del 1990 
    1. Le (ex) IPAB: un istituto giuridico storico ancora vivo? 
    2. La “Grande Legge” del 1862 sulle Opere Pie 
    3. La legge Crispi del 1890 
    4. L’art. 38 u.c. Cost.
    5. Il trasferimento di funzioni alle Regioni degli anni Settanta 
    6. Le sentenze della Corte Costituzionale: dal 1972 al 1988 
    7. Il D.P.C.M. del 1990 in materia di depubblicizzazione
  • CAPITOLO 2: Le (ex) IPAB nel contesto della riforma del welfare del 2000 
    1. L’art. 10 della legge n. 328/00 
    2. Il d. lgs. n. 207/01 
    3. La trasformazione in Aziende Pubbliche di Servizi alla Persona (ASP) 
    4. La trasformazione in fondazioni/associazioni 
    5. L’inserimento delle IPAB trasformate nella rete territoriale dei servizi
  • CAPITOLO 3: Le Aziende di Servizi alla Persona e il contesto regionale dell’Emilia-Romagna 
    1. La l.r. n. 2/2003 
    2. I provvedimenti che hanno implementato i contenuti della legge regionale 
    3. Le disposizioni sulla trasformazione delle IPAB in ASP 
    4. La Direttiva sui principi che devono regolare le ASP 
    5. Le procedure per la trasformazione delle IPAB 
    6. Le Linee guida regionali per la definizione dei programmi delle trasformazioni aziendali 
    7. La direttiva sui Piani di trasformazione aziendale
    8. Le direttive in materia contabile 
    9. Il monitoraggio sulla trasformazione delle IPAB e sulla costituzione delle ASP
  • CAPITOLO 4: La recente evoluzione delle Aziende di Servizi alla Persona 
    1. Le ASP e l’introduzione dell’accreditamento istituzionale dei servizi sociosanitari
    2. La sentenza della Corte costituzionale 27 giugno 2012, n. 161 
    3. Il decreto liberalizzazioni del 2012 
    4. I pareri della Corte dei Conti dell’Emilia-Romagna
    5. L’avvio dell’iter per l’approvazione di una legge regionale sulle ASP 
    6. La legge regionale di riordino istituzionale 
    7. L’impatto della nuova riorganizzazione istituzionale sulle politiche sociali e sanitarie 
    8. La legge regionale sul riordino delle forme pubbliche di gestione 
    9. Raccordo tra riordino istituzionale e riassetto delle forme di gestione 
    10. La direttiva attuativa della Legge regionale sul riassetto delle forme pubbliche di gestione 
    11. La legge di stabilità per il 2014 
    12. La l.r. 30 luglio 2015, n. 13
  • Considerazioni conclusive
    Postfazione, Maria Grazia Polastri, Graziano Giorgi
    Una rivoluzione possibile: attuare (davvero) la riforma, Gianluca Borghi

    Le Aziende pubbliche di servizi alla persona costituiscono indubbiamente un patrimonio organizzativo, gestionale, territoriale e sociale in grado di presidiare e garantire i livelli essenziali delle prestazioni sociali. Attraverso la l.r. n. 2/2003, il legislatore emiliano-romagnolo ha inteso alle ASP il ruolo di coprotagonisti nella realizzazione e gestione dei servizi e degli interventi sociali e socio-sanitari. A distanza di 13 anni dalla trasformazione delle ex IPAB, le ASP, richiedono una profonda riflessione in ordine alle loro funzioni e ruoli all’interno del sistema di welfare territoriale. Il volume intende contribuire alla comprensione della specificità delle ASP, in un panorama giuridico ed organizzativo, che, da un lato, si presenta frammentato, contraddittorio e antinomico, ma, che dall’altro, può invero offrire qualche spunto per talune sperimentazioni gestionali che, a livello regionale, potrebbero trovare un’adeguata applicazione e implementazione nel settore del welfare socio-sanitario.

    Alceste Santuari a partire dall’a.a. 2014-2015 è docente di Diritto dell’economia, dell’economia degli enti non profit e International Law & Health nell’Università di Bologna. Autore di numerose pubblicazioni in materia di servizi sociali e socio-sanitari, di organizzazioni non profit e di IPAB, è stato anche Presidente di Fondazioni (ex IPAB) e di società pubbliche. Ha collaborato alla stesura della l. n. 328/2000 e ha fornito assistenza di carattere giuridico-istituzionale a numerose Regioni nella redazione delle leggi regionali di trasformazione delle IPAB. 

    Raffaele Tomba è assessore del Comune di Monterenzio e collaboratore del Dipartimento welfare di ANCI Emilia-Romagna. Prima della pensione ha ricoperto diversi incarichi nell’ambito dei servizi sociali e sanitari: Direttore dell’Area Servizi alla Persona del Comune di Bologna, Presidente dell’IPAB Giovanni XXIII, Responsabile dell’Area Innovazione sociale dell’Agenzia sanitaria e sociale della Regione Emilia-Romagna.

     

     
    Continue Shopping
    Browse more Pdf da libro cartaceo or Bononia University Press products.