Quando le parole si stringono alle immagini. Scritture polialfabetiche e nuove prospettive di apprendimento e di interpretazione, Di Marco Dallari

€5.00

Da Encyclopaideia n° 30, 2011, Anno XV.

Dettagli / Details

Formati disponibili
Dimensione file
Pagine
Lingua
Protezione

pdf

5074 Kb

34

Articolo in Italiano con Abstract in Inglese

Stampa e copia non permesse

Available Format
File Size
Pages
Language
Protection

pdf

5074 Kb

34

Italian Article with English Abstract

Print and Copy not permitted


Abstract 

Il tema dell’articolo è quello, caro alla fenomenologia francese, del rapporto fra linguaggi e conoscenza. Citando Lyotard, lo scritto sottolinea l’opportunità di integrare parole e immagini per contrastare il ‘modello unico’ di pensiero e di conoscenza basati solamente sul discorso lineare e argomentativo. Sostenendo il primato del linguaggio metaforico e figurale, proprio del sapere narrativo, per la co-costruzione delle conoscenze e degli immaginari personali e collettivi, si sostiene la necessità di incrementare la collaborazione di immagini e parole non per ottenere una maggiore e compiuta chiarezza del discorso ma, al contrario, per recuperare e valorizzare il reciproco contributo di straniamento che i due linguaggi, associandosi, sono in grado di generare, aiutando il lettore a disimparare a riconoscere. L’intreccio di parola e immagine, capace di valorizzare le pratiche di interpretazione e di negoziazione intersoggettiva del senso e del significato di ogni testo, trova nell’albo illustrato, tipico della letteratura giovanile, un valido quando sottovalutato modello pedagogico ed epistemologico.

Parole chiave: Parole – Immagini – Narrazioni – Conoscenza – Immaginario

English Abstract 


When words tighten images. Polyalphabetic writings and new perspectives of learning and interpretation

Marco Dallari
Università di Trento

The article’s theme is that of the relationship among languages and knowledge, faced by French phenomenology. Quoting J. F. Lyotard, it underlines the opportunity of integrating words and images to cross the dominant model of thought and knowledge based only on linear and argumentative discourse. Supporting the metaphorical and figural language, proper characteristic of narrative, in order to co-construct knowledge and personal and collective imaginaries, the article sustains the need of incrementing collaboration between images and words, not for obtaining clarity of discourse but, on the

contrary, for retrieving and improving the mutual contribution of estrangement that both languages are able to generate, helping readers to unlearn to recognize. The intertwining of word and image enhances interpretative and intersubjective interpretation and negotiation of textual meaning. It finds in picture book, typical of youth literature, a valid, even if underestimated, educational and epistemological model.

Keywords: Words – Images – Narratives – Knowledge – Imaginary


Continue Shopping
Browse more Magazine or Bononia University Press products.