The Sight Gallery

€35.00

The Sight Gallery

Salvaguardia e conservazione della pittura murale urbana contemporanea a Bologna

Luca Ciancabilla
--------------------------------------------------------

DETTAGLI 

Formato Dimensione Pagine Lingua Anno ISBN
LIBRO 23X27 144 Italiano 2015 978-88-6923-034-9

--------------------------------------------------------

ERRATA CORRIGE
Si segnala che l’opera Uomo con elastico, ritratta a pag. 40, è di Cristina Portolano, 2011.

Ancora nella seconda metà del Settecento, come testimoniano diverse celebri pagine di Marcello Oretti, Bologna mostrava intere facciate di palazzi, case e chiese dipinte dal pennello di alcuni fra i maggiori protagonisti della Felsina pittrice. Opere talvolta straordinarie che, causa le ripetute distruzioni e demolizioni che le andavano ad interessare, alcuni illuminati intellettuali ed eruditi sentirono l’urgenza di conservare e tramandare ai posteri, magari sfruttando le possibilità che forniva la prassi estrattista (l’arte di rilevare le pitture dai muri e trasportarle sulla tela), onde non perdere per sempre quella porzione fondamentale del patrimonio artistico e culturale locale. Una questione che a distanza di tre secoli torna quanto mai attuale grazie ai cosiddetti “graffitisti”, ai contemporanei Cuoghi Corsello, Blu e Ericailcane, artisti capaci di portare nuovamente alla ribalta e a risultati straordinari la pittura murale a Bologna. Eppure, mentre sui muri di Londra, New York e Bristol le “tracce” lasciate da Banksy sono oggetto di tutela e attività restaurativa, se non conservativa; mentre in tutta Europa si parla sempre più diffusamente di conservazione, musealizzazione e restauro della street art, nel capoluogo emiliano i dipinti murali di Blu si cancellano, abbattono, distruggono in nome del progresso se non del presunto “decoro urbano”. Un ritorno alla barbarie del passato che le generazioni future ci rimprovereranno se non agiamo al più presto, se non poniamo all’attenzione dell’opinione pubblica un problema che forse potrebbe essere risolto guardando proprio al passato, avviando cioè una mirata campagna di distacco delle pitture murali urbane contemporanee in imminente pericolo di vita, anche a costo di rinnegare la loro natura effimera. Luca Ciancabilla (Bologna, 1974), dopo aver discusso il dottorato presso l’Università degli Studi di Siena, ha ottenuto l’Abilitazione Scientifica Nazionale come professore di seconda fascia nel settore disciplinare 10/B1, Storia dell’arte. Insegna Teoria del restauro e Storia delle tecniche artistiche presso l’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna, Storia e tecnica del restauro all’Università degli Studi di Firenze e Storia delle tecniche artistiche all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Ha dedicato le sue ricerche alla storia della conservazione e della salvaguardia degli affreschi in età moderna e contemporanea, con un particolare interesse per la sperimentazione “estrattista”. Autore di diverse monografie e saggi sulla storia dell’arte, del restauro, della conservazione e del collezionismo, ha curato con Claudio Spadoni l’esposizione L’incanto dell’affresco. Capolavori strappati (MAR, Ravenna 2014)

Continue Shopping
Browse more Art book or Bononia University Press products.